domenica 28 agosto 2016

Presidio raccolta beni per aree terremotate





A seguito del terremoto che ha colpito il centro Italia da domani 27 agosto 2016 dalle ore 18.00 presso i locali della Metronotte 2s nei pressi di V.le Trieste nr.64 (angolo fontana – ponte ferroviario) l’Associazione Giovanni Paolo II di Polignano a Mare, si impegnerà a raccogliere beni di prima necessità da inviare nelle aree sconvolte dal sisma. Gli stessi beni dalla nostra piattaforma saranno consegnati SUCCESSIVAMENTE per lo smistamento al personale autorizzato della Protezione Civile dell’ANCI PUGLIA.
vi chiediamo quindi di dare massima diffusione e disponibilità.

In particolare abbiamo bisogno di: 

giovedì 25 agosto 2016

3,36, nel cuore della notte, Non ci sono parole ma tutta la nostra solidarietà

Un forte abbraccio a tutti coloro che alle 3,36, nel cuore della notte, sono stati colpiti da una forte scossa di terremoto. Non ci sono parole ma tutta la nostra solidarietà.


































Rivolgiamo una preghiera al Signore del tempo e della storia, per tutte le popolazioni colpite dal terremoto del centro-Italia; a chi è volato in cielo, a chi sta lottando tra la vita e la morte, a chi ha perso la propria casa, ma anche ai volontari che in queste ore stanno svolgendo un lavoro eccezionale fatto di umanità vera e coraggio.



La terra che trema ci conferma la nostra impotenza, ci fa provare tanta solidarietà, ci fa sentire più uniti ed evidenzia la nostra fragilità. Potrebbe capitare a tutti di trovarsi senza niente, senza casa, senza affetti, senza il terreno sotto ai piedi. Un motivo in più per apprezzare quello che abbiamo.

Ringraziamenti: Incontro tematico MADRE Teresa DI Calcutta La "mistica DELLA Carità" ultimi passi verso la Santità.

appuntamento straordinario realizzato dalla nostra Associazione sabato 20 Agosto nella splendida cornice della Piazza della Trinità





A nome dell' Associazione Giovanni Paolo II, riteniamo doveroso far giungere a tutti in ogni forma e modo le espressioni di vivo ringraziamento all’apprezzamento per la proficua collaborazione offerta in occasione dello svolgimento dell’incontro tematico “organizzato dalla nostra Associazione in onore di Madre Teresa prossima alla santificazione.
I messaggi di Madre Teresa non si prestano ad essere commentati ma ad essere vissuti, intendiamo ringraziare quanti hanno collaborato alla buona riuscita di questo evento: a Pina Cataldo «Quando hai una santa per amica...» grazie per averci fatto conoscere una lampada di Dio con un intenso racconto in presa diretta del percorso di Madre Teresa di cui ci hai regalato un ritratto inedito e ricco di sfumature, a coloro che hanno offerto la loro testimonianzaDon Giancarlo Carbonara e Don Pierpaolo PACIELLO, ad Antonio Esposito, alla nostra Vittoria Luisi, a tutti quelli che si sono manifestati e quelli che hanno reso umilmente la propria collaborazione. Non facciamo nomi, perché sappiamo che chiunque si sia attivato o reso disponibile, l’ha fatto con il cuore. Un sentito ringraziamento va anche ai presenti, per aver accolto l’invito e per la partecipazione attenta e coinvolta. A tutti, uno ad uno, porgiamo l’augurio con le stesse parole di Madre Teresa, sempre positive e capaci di suscitare futuro:

martedì 16 agosto 2016

Incontro tematico su Madre Teresa DI Calcutta La "mistica della Carità" ultimi passi verso la Santità.


Nell’avvicinarsi della Canonizzazione di Madre Teresa, Madre dei poveri, esempio vivo di misericordia, l'Associazione "Giovanni Paolo II" di Polignano a Mare con il patrocinio della Presidenza del Consiglio della Regione Puglia e Comune di Polignano a Mare organizza nell’ambito della manifestazioni estive  per Sabato 20 Agosto p.v. alle ore 20.30 presso la Piazza della Trinità un incontro tematico sulla grande figura della Beata Madre Teresa di Calcutta, la «mistica della carità», con la straordinaria partecipazione è testimonianza di Pina Cataldo (regista TVSAT2000) accompagnatrice ufficiale dei viaggi di Madre Teresa in Italia, Don Giancarlo Carbonara(Parroco Santi Medici), Antonio Esposito,(Seminarista presso il Seminario Pontificio Regionale Pugliese Pio XI) dialoga con gli ospiti Vittoria Luisi(Vice Presidente Assoc. Giovanni Paolo II), introduce Giuseppe Nardulli(Presidente Assoc. Giovanni Paolo II).


























sabato 13 agosto 2016

La Festa dei Santi Medici

da oggi fino a lunedì 15


LA FESTA

Il rito si ripete, puntuale come sempre ogni 2a domenica di AGOSTO anticipato dalla celebrazione della festa liturgica, preparata da una novena di preghiera. Un rito al quale i polignanesi sono affezionati moltissimo e non soltanto perché questi Santi sono i più amati e venerati, ma anche perché attorno alla festa ruotano delle tradizioni che si tramandano di padre in figlio.
Un rito ai quali i polignanesi non sanno rinunciare per rinnovare la loro infinita gratitudine ai Santi Cosma e Damiano, sia per la loro miracolosa fama che ha portato la notorietà, sia per l'innata cordialità con la quale, da sempre, accolgono i pellegrini che, numerosissimi, accorrono ai piedi delle Statue.

La nostra festa è chiamata anche Festa dell'emigrante per il ritorno dei nostri cittadini emigrati nella loro terra.

Entra nel vivo oggi la festa dei Santi Medici, ultima delle feste religiose estive in città.




























domenica 7 agosto 2016

4° Open di Tennis Tavolo “Città di Polignano a Mare” - 1° Trofeo "Karol Wojtyla"


Polignano il prossimo 19 Agosto permetterà ai pongisti di Puglia e regioni limitrofe di darsi battaglia sotto gli occhi della perla dell’Adriatico.












Continua la tradizione...
Non c'è 3 senza 4... ed eccoci pronti per l'ormai tradizionale scalata estiva dello sport della nostra Associazione. Diamo vita quindi al nostro 4° Open  di Tennis da Tavolo “Città di Polignano a Mare” Trofeo Karol Wojtyla, organizzato grazie alla collaborazione  di Don Stefano Altavilla e del Prof. Flavio OLIVA.. pongisti pugliesi.  E allora, visto il successo del 1°, 2° e 3° torneo, perché non divertirci ancora insieme con le appassionanti vicende di un 4° torneo? La tradizione continua... il livello s'innanlza... lo spettacolo è assicurato e aspetta solo noi,  protagonisti e non. Quest'anno due categorie parallele: Fitet 5^ Categ e Amatori.  Il primo per tutti coloro che hanno una certa esperienza di gioco e vogliono confrontarsi ad alto livello, il secondo per "principianti", tutti coloro cioè che non hanno mai giocato o che praticano il ping-pong a livello amatoriale... Al di là dell'avvenimento sportivo, sarà comunque un'occasione per stare insieme e conoscerci meglio.
Il Torneo si svolgerà presso la Palestra Sarnelli-De Donato a Polignano a Mare, Venerdì 19 Agosto dalle ore 15.30 si proseguirà con le fasi eliminatorie e si concluderanno i tornei con le fasi finali. 
L’iscrizione sarà perfezionata solo a seguito della pre-iscrizione on-line entro il 17 Agosto alla segreteria associativa email: segreteria.associazionegp2@gmail.com successivamente al versamento il giorno della gara della quota di € 5,00 (cinque/00), il ricavato accumulato sarà di supporto alle iniziative delle Associazione. 

mercoledì 3 agosto 2016

Intenzione di preghiera di Papa Francesco per il mese di Agosto 2016

La preghiera di Agosto di Papa Francesco affinché lo sport contribuisca a costruire rapporti di pace
“Con lo sport è possibile costruire una cultura di incontro tra tutti per un mondo di pace”. Lo afferma Papa Francesco all’inizio del videomessaggio che contiene l’intenzione di preghiera per il mese di agosto. “Mi piace – dice ancora Francesco – sognare lo sport come pratica della dignità umana, trasformata in un veicolo di fraternità. Vogliamo allenarci insieme con questa intenzione di preghiera? Che lo sport – conclude – promuova l'incontro fraterno tra i popoli e contribuisca alla pace nel mondo.

sabato 23 luglio 2016

Il ruolo dei mezzi di informazione nell'era della follia di Elisabetta LO IACONO


Fonte: Torre dei Venti



I recenti attentati terroristici riconducibili all'Isis al pari dei gesti di squilibrati, come appare essere la sparatoria a Monaco, chiedono un ripensamento non solo su come garantire la sicurezza nei nostri luoghi della quotidianità ma anche sulla funzione dei mezzi di informazione.
Non si tratta soltanto di una questione di sicurezza da gestire sullo scacchiere delle città e dell'intelligence, non si tratta solo di fare i conti con le nostre paure manifestate o represse, semmai bisogna ripensare anche una presenza fondamentale nella nostra vita qual è quella dell'informazione, della produzione e diffusione delle notizie.
La considerazione si impone con forza, anche alla luce dell'attentato a Monaco e al fatto che l'omicida fosse uno squilibrato.
Considerato che il caso non è certo isolato a questo giovane ma che, purtroppo, di soggetti con problemi psichici, perlomeno con identità deboli, in giro per le nostre città ce ne sono numerosi, sarebbe forse il caso di cominciare a limitare le vetrine delle loro scellerate gesta, anche per arginare possibili emulazioni. 
Un po' come accade nelle partite di calcio con le invasioni di campo, quando le telecamere non mostrano quanto succede, proprio per non dare loro spazio.

sabato 16 luglio 2016

"nel segno dello scapolare" di San Giovanni Paolo II

"Nel segno dello Scapolare si evidenzia una sintesi efficace di spiritualità mariana, che alimenta la devozione dei credenti, rendendoli sensibili alla presenza amorosa della Vergine Madre nella loro vita. Lo Scapolare è essenzialmente un ‘abito’. Chi lo riceve viene aggregato o associato in un grado più o meno intimo all'Ordine del Carmelo, dedicato al servizio della Madonna per il bene di tutta la Chiesa . Chi riveste lo Scapolare viene quindi introdotto nella terra del Carmelo, perché "ne mangi i frutti e i prodotti" (cfr Ger 2,7), e sperimenta la presenza dolce e materna di Maria, nell'impegno quotidiano di rivestirsi interiormente di Gesù Cristo e di manifestarlo vivente in sé per il bene della Chiesa e di tutta l'umanità.
























"Maria, Mediatrice del santo Scapolare, prega per noi"
(invocazione che ripeteva il Papa Giovanni Paolo II. Testimonianza del Suo Segretario, il Cardinale Stanislao Dziwisz). 

Il Servo di Dio, il Papa GIOVANNI PAOLO II, ha lasciato due documenti importanti sulla devozione allo Scapolare del Carmine:
- Il messaggio letto in occasione dell'Angelus del 24 luglio 1988.
- e la lettera inviata ai due superiori dell'Ordine Carmelitano e degli Scalzi il 25 marzo 2001, in occasione del 750° anniversario del dono dello Scapolare. (clicca qui per leggerla)

Ma numerosi altri interventi ha fatto il S. Padre sulla devozione alla Madonna del Carmine. Li riportiamo qui di seguito.

mercoledì 6 luglio 2016

Intenzione di preghiera di Papa Francesco per il mese di Luglio 2016


La preghiera di Luglio di Papa Francesco nel rispetto dei popoli indigeni

Papa Francesco si fa portavoce ancora una volta delle istanze dei popoli indigeni sempre più minacciati nella loro identità. L’occasione è questa volta l’Intenzione di preghiera per il mese di luglio. Il Pontefice chiede a tutti di unirsi nel rispetto dei popoli indigeni.

“Voglio chiedere, a nome dei popoli indigeni, che sia rispettato il nostro stile di vita, i nostri diritti e le nostre tradizioni. Mi ascolteranno?”. A rivolgere la domanda, nel video di Papa Francesco per le Intenzioni di preghiera, è una giovane indigena che, nella sua lingua madre, si fa interprete delle esigenze di tutti i popoli indigeni. A lei come a questi popoli minacciati, risponde il Pontefice che, da sempre - fin dagli anni in cui era arcivescovo di Buenos Aires - ha avuto a cuore la loro sorte.

venerdì 1 luglio 2016

Alla scoperta del RE di Polignano.






























Domenica 26 Giugno scorso soci è simpatizzanti dell’Associazione hanno partecipato ad una nuova serie di appuntamenti tra gli itinerari nella natura che il territorio della nostra città  può offrire,  come prima uscita  si è voluto scoprire il  carrubo millenario in C.da Grave di Polignano ed il secolare carrubeto attorno ad esso contenente una serie di carrubi monumentali, come quello polignanese ne esistono esclusivamente altri due in Italia, a Rosolini, un piccolo comune nel siracusano in Sicilia, l’altro in Salento a Gallipoli, entrambi adeguatamente protetti. Il “RE” di Polignano assieme al Patriarca di Gallipoli, è il carrubo più antico della Puglia è situato a poche centinaia di metri dal perimetro urbano, nel mezzo di uno straordinario habitat naturale costituito da carrubi, ulivi ed altre essenze tipiche del nostro territorio, il carrubo potrebbe essere una grande risorsa per la nostra collettività, un esemplare di questa portata non può non essere protetto e tutelato da tutta la cittadinanza, I proprietari del terreno a cui va un grosso ringraziamento da parte della nostra Associazione  fortunatamente non arretrano di un passo nella lotta in difesa del carrubo e pensano di buon grado che questo esemplare possa diventare un vero monumento naturale e una forte attrattiva turistica.. 

sabato 11 giugno 2016

San Vito Martire, Polignano a Mare, per la sua plurisecolare devozione e adorazione al Santo Patrono

Polignano a Mare, per la sua plurisecolare devozione e adorazione al Santo Patrono, è da considerarsi il più antico e importante centro di culto di San Vito Martire. 


Il giorno 14 giugno, vigilia della celebrazione ufficiale del Santo, è caratterizzato dalla famosissima “sagra a mare”, un'affascinante e suggestiva processione via mare lungo tutta la costa polignanese, attraverso la quale la statua del Santo viene trasferita dalla frazione di San Vito in città. 
Il Santo sbarca a Cala Paura, una caletta naturale caratteristica di Polignano a Mare, e dopo la tradizionale consegna delle chiavi da parte del Sindaco viene portato in processione per le vie della città per poi essere collocato su di un altare in Piazza Vittorio Emanuele, per essere adorato dal popolo. 
Il 15 giugno, giorno di celebrazione ufficiale per la Chiesa del Santo Martire, il Vescovo celebra la Santa Messa in onore del Patrono di Polignano a Mare e viene portato in processione per le vie del paese il “Braccio” del Santo. Si tratta di una vera e propria “processione di gala” che attrae numerosissimi fedeli e visitatori e alla quale partecipano autorità civili e religiose. 

SAN VITO...... tra fede, folklore e tradizione la nostra festa patronale





























Si avvicinano i Festeggiamenti Patronali per San Vito a Polignano a Mare, costituiti da un intenso programma, sia religioso che civile.

Il culto verso il Santo martire è antichissimo ed è legato alla leggendaria traslazione delle reliquie da una località alla foce del fiume Sele (Campania) ad un casale nel territorio di Polignano (attuale frazione di San Vito) avvenuta nel 801 d.C.
I festeggiamenti si apriranno alle 8:00 del 14 Giugno, con la Messa mattutina presso la Chiesa Matrice, cui seguirà la Processione delle Reliquie, consistenti in frammenti dell'osso del braccio, dalla Matrice all'Abbazia di San Vito.
Alle ore 19, avrà inizio uno dei momenti più suggestivi: la Processione sul mare, a bordo dello zatterone. Con imbarco dal "porticciolo S. Vito", il piccolo simulacro ottocentesco del Santo, donato dal Capitolo dei Sacerdoti alla città di Polignano, giungerà a Cala Paguro e qui sbarcherà, accolto da un fragoroso spettacolo pirotecnico e dal sindaco che affiderà le chiavi della città.
Seguirà la Processione per le vie del paese, e l'ascesa della Sacra Immagine sull'altare di piazza V. Emanuele II (detta popolarmente "Piazza dell'Orologio").

venerdì 3 giugno 2016

Solenni Festeggiamenti in onore di Sant'Antonio da Padova 2016


il Programma della Festa di Sant'Antonio della nostra città.


Intenzione di preghiera di Papa Francesco per il mese di Giugno 2016

La preghiera di Giugno di Papa Francesco per gli anziani e gli ammalati! 

“Gli anziani, gli emarginati e le persone sole trovino, anche nelle grandi città, opportunità di incontro e di solidarietà”: è quanto auspica Papa Francesco in un videomessaggio con una meditazione sulla sua intenzione universale di preghiera per il mese di  giugno.

Nelle città – afferma il Papa – è frequente l’abbandono degli anziani e infermi. Possiamo ignorarlo? Le nostre città dovrebbero caratterizzarsi soprattutto per la solidarietà, che non consiste unicamente nel dare al bisognoso, ma anche nell’essere responsabili gli uni degli altri e creare una cultura dell’incontro”.


lunedì 23 maggio 2016

23 maggio, legalità, memoria ed impegno


Oggi è 23 maggio e il pensiero non può che andare al 1992, a Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro. Oggi è la giornata della legalità. Sicuramente sarebbe stata impensabile una giornata del genere 24 anni fa. Se oggi ci sono tantissimi giovani che 365 giorni all’anno si impegnano con passione ed entusiasmo, lo si deve soprattutto a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Se oggi la tv di Stato dedica una giornata all’argomento, se oggi a scuola si parla di Mafia lo si deve a quella riscossa civile seguita proprio da a quelle immagini che hanno colpito nell’animo più profondo non solo la città di Palermo ma l’Italia tutta, che hanno formato una generazione.
Tutto questo, però, non basta. Facciamo che alle commemorazioni odierne ci sia un’effettiva azione nei territori e soprattutto nelle scuole. Facciamo che ai post o alle citazioni di oggi, segua uno schiaffo ai potenti collusi con il sistema, o ancor di più ai politici e ai partiti vicini alle organizzazioni criminali. La memoria senza impegno diventa retorica. Meno eroi da immolare, più cittadini responsabili e attivi.



























Non si può prescindere, quindi, dal rispetto delle regole nel nostro agire quotidiano, dal seguire i principi dettati dalla nostra Costituzione. Per combattere le mafie bisogna ridare dignità alle persone. Bisogna ridare una prospettiva, un futuro, un sogno. Giovanni Falcone fu il primo ad intuire che la mafia non era una somma di fenomeni locali, ma un fenomeno estremamente complesso, convergenza di tanti fattori politici, culturali, sociali e culturali. Per sconfiggere questa piaga, dunque, l’azione deve essere svolta a 360 gradi su queste tematiche.

mercoledì 18 maggio 2016

Auguri da tutti noi KAROL





Oggi 18 Maggio, l'anniversario della nascita di Giovanni Paolo II Novantasei anni fa nasceva oggi uno dei pontefici più rivoluzionari ed anticonformisti della storia. Crediamo che nessuno potrà mai dimenticare la figura di Giovanni Paolo II, uno degli uomini e leader religiosi più grandi e rivoluzionari della storia contemporanea. Nonostante siano passato 11 anni e ben due pontificati dalla sua scomparsa, la bontà e la maestosità dell'uomo e papa Karol Jòzef Wojtila sono tuttora impressi nel cuore.

Auguri da tutti noi KAROL

martedì 17 maggio 2016

Buon compleanno Karol, il Santo amico

Il 18 maggio 1920 a Wadowice, cittadina a sud della Polonia, nacque Karol Wojtyla destinato a diventare Giovanni Paolo II, il Papa amato dai fedeli che ha segnato la storia del suo tempo in modo significativo
























Non è facile parlare di papa Giovanni Paolo II. Non è semplice riassumere la figura di un uomo che con la sua forza e umiltà cambiò ancora una volta il volto della Chiesa Cattolica. Forse quell’eccezionalità oggi è stata messa un po’ in ombra da Jorge Mario Bergoglio, ma chi ha vissuto giorno dopo giorno i 26 anni, 5 mesi e 17 giorni di pontificato non può dimenticare le emozioni, i gesti rivoluzionari, le parole toccanti, i sorrisi e le lacrime che quell’uomo venuto dalla Polonia ha saputo regalare al mondo intero. Perché se «sostituire il nuovo scordando il vecchio» pare essere un po’ il difetto o la condanna dell’essere umano, quando si parla di Karol Wojtyla, no.
Fin da subito si è avuta la sensazione di essere di fronte ad un grande uomo prima ancora di aver la consapevolezza di trovarsi accanto ad un grande papa. Ad iniziare dall’anno in cui fu eletto: era l’anno dei 3 papi considerato che arrivò quasi inaspettato, come un fulmine a ciel sereno, dopo la meteora di Papa Luciani, Pontefice per appena 33 giorni e morto in circostanze mai del tutto chiarite. Mai accaduto nella storia, un evento eccezionale, che non lasciava certo presagire che trascorso il tempo ci saremmo trovati a discutere dell’anno dei due papi ancora in vita.

Un pellegrinaggio dalle mille emozioni, il diario di una giornata fantastica

IL CAMMINO DELLA CARITÀ
Sulle orme del Beato Angelo Paoli

Grazie all’invito di p. Lucio Maria Zappatore, O. Carm. e di alcuni collaboratori si è sentita la necessità di conoscere meglio non solo la vita di questo straordinario Sacerdote Carmelitano, ma anche i luoghi che l'hanno visto nascere e operare, ecco allora che grazie al lavoro di ricerca di p.Lucio  e di alcuni collaboratori si è riusciti a conoscere un itinerario che  ha raccolto  i luoghi che hanno visto protagonista  p. Angelo e scoprendo episodi significativi della vita del Beato. In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia voluto da papa Francesco, la Diocesi di Roma ha inteso inserire questo pellegrinaggio,  l’itinerario arricchito nel suo significato spirituale, con brevi riflessioni sulle sette opere di misericordia corporali:
dar da mangiare agli affamati, dar da bere agli assetati, vestire gli ignudi, visitare gli infermi, alloggiare i pellegrini, seppellire i morti, visitare i carcerati


A sorpresa il buon pellegrinaggio di Papa Francesco ai partecipanti









































Il giorno 30 Aprile 2016,   alle ore 9:00  ci siamo trovati puntuali davanti alla Basilica dei SS. Silvestro e Martino per partecipare all’itinerario sulle orme del Beato Angelo Paoli .  Di fatto iniziamo il pellegrinaggio preceduto da un cartello, preparato da un parrocchiano romano con la scritta: pellegrinaggio sulle orme del Beato Angelo Paoli.  Sotto la guida instancabile di p. Lucio Zappatore, ideatore dell’itinerario, viene fatta visita collettiva alla tomba del Beato Angelo Paoli, alle sue reliquie: spoglie, effigie, calchi, libri, paramenti, vestiti. Si sofferma a narrare particolari della sua vita e mostra in alto nella navata centrale della chiesa il primo balconcino a sinistra dove il Beato passava nottate intere in adorazione del SS. Sacramento. Mostra la tomba del Beato con la scritta “ Padre dei poveri” voluta dall’allora Papa Clemente XI. p. Lucio mostra a destra della tomba una statua in legno del Cardinale teatino S. Giovanni Maria Tomasi di Lampedusa, amico ed ammiratore di Angelo Paoli.

lunedì 16 maggio 2016

Si Cammina per Amore e per San Giovanni Paolo II, il percorso dei partecipanti

BREVE DESCRIZIONE GEOLOGICO-MORFOLOGICA DEL TRATTO DI COSTA TRA CALA SALE (PORTACOLA) E TORRE INCINA, EFFETTUATO DAI PARTECIPANTI



Il tratto di costa a sud di Polignano è caratterizzato da una scogliera alta interrotta, a tratti, dallo sbocco a mare di alcune “lame”, cioè da veri e propri torrenti che incanalano le acque meteoriche in occasione di forti e improvvise piogge.
Geologicamente questo territorio è formato da due serie carbonatiche: il Calcare di Bari, roccia tenace in strati e banchi variamente orientati e, superiormente, da depositi calcarenitici (impropriamente chiamato tufo) appartenenti ai Tufi delle Murge, poco cementate e dalla sedimentazione indistinta.
Depositi recenti, rappresentati da sabbie e/o ciottoli, formano piccole spiagge (pocket beach) allo sbocco delle “lame” e in alcuni tratti all’interno delle “lame” stesse.
Le forme che si  incontrano sono dovute sia all’interazione tra agenti atmosferici (pioggia, vento, neve, ecc.), natura e meccanica delle rocce e azione del mare (effetto del moto ondoso), sia all’azione chimico-meccanica legata al carsismo.

Don Ernest Simoni, gli articoli della stampa


dal settimanale Blù Polignano del 06 Maggio 2016

sabato 14 maggio 2016

Si Cammina per Amore e per San Giovanni Paolo II, l’affluenza, superiore alle aspettative






















L’Associazione “Giovanni Paolo II” desidera ringraziare tutti i partecipanti che oggi domenica 08 Maggio hanno aderito alla camminata in onore di San Giovanni Paolo II.

L’affluenza, superiore alle aspettative, il clima amichevole instaurato tra i vari gruppi, la presenza di persone di tutte le età ha reso veramente unico e speciale l’evento. Un ringraziamento particolare a tutti coloro hanno aderito con il loro impegno hanno permesso il successo della manifestazione. 
I fondi raccolti verranno utilizzati per mantenere e migliorare le attività che la nostra associazione. 
Il nostro personale ringraziamento va ai partecipanti ed ai Soci che si sono impegnati nella promozione sul sito internet e pagine facebook, nella cura della segnaletica e nella gestione e realizzazione degli apprezzatissimi punti di ristoro.

Insieme abbiamo percorso a piedi un ambiente naturale, a contatto della natura, divenendone parte e rispettandola, attraversato la costa sud, la quale fascia costiera del territorio di Polignano a Mare ha caratteristiche peculiari di rilevante valore paesaggistico, ambientale, naturalistico e storico - culturale, tali fa giustificare la sua inclusione tra le aree protette regionali individuate dalla legge regionale 19/'97.